Fuochi Sulla Montagna

Quelli Della Karin

Eccovi un piccolo riassunto di quanto avvenuto all’Alpe di Catenaia ….. FUOCHI SULLA MONTAGNA.
Storia, emozioni contrastanti, presa di coscienza, riflessione. Mai sopra le righe, mai un gioco. Ci sono tanti modi di raccontare, noi non siamo bravi a farlo, quindi abbiamo scelto semplicemente di portarvi a spasso nel tempo. Tutto ricostruito sui ricordi dei nostri concittadini.

Cippo per Poggio Grillo

Il lavoro continua incessante. Al momento sette testimonianze, sette storie che a volte si intrecciano altre servono a capire i contorni di giorni difficili e dolorosi. Sara, Luca, Alberto non si fermano. Daniela Eleonora e gli altri lavorano perché tutto sia perfetto il 1 settembre. La comunità vuole partecipare, i testimoni ringraziano. Il cuore di tutti i ragazzi della Karin si gonfia. Una sola voce echeggia dentro le nostre teste….. “ANCORA MEGLIO, ANCORA”. La fame di indagare scoprire e mettere tutto a disposizione di tutti è insaziabile.

GRAZIE GRAZIE E ANCORA GRAZIE A TUTTI.

Giorno del Ricordo


DOMENICA 10 FEBBRAIO IL MUSEO SARÀ APERTO.

La guerra è solo sofferenza, lacrime e dolore. 
Una volta ho letto questa frase “La guerra è quella cosa che inizia con persone potenti che litigano mentre i popoli vanno d’accordo e finisce con i potenti che si abbracciano mentre i popoli piangono”.

Cippo per Poggio Grillo

 Quel signore che vedete seduto accanto a Gionata si chiama Settimio, per noi della Karin è SETTE, ma anche per tutti quelli che lo conoscono. Aveva 10 anni quando fu testimone del fronte nel nostro territorio.

Persona stupenda, curvo dalle fatiche della vita, appoggia il suo peso ad un esile bastone. La sua fragilità inganna…. Forte e di spirito ci ha raccontato tutto. Lo abbiamo ripreso, immortalato e reso eterne le sue parole. Alla porta del museo c’è uno scalino di 30 cm e gli ho chiesto …… Sette cosa si fa si salta? Lui con il sorriso negli occhi mi ha risposto “ sarà meglio scenderlo” e senza se senza ma …. era già sceso. Una sola parola FANTASTICO.

Sulle tracce di un B24

Le tracce del B24 dicono una sola cosa: andare in profondità. La tacita memoria riaffiora.

Quando è precipitato ancora 6 componenti dell’equipaggio erano a bordo.

Fuochi Sulla Montagna 1nd

 

In occasione del 14/15 luglio, a seguito della commemorazione dei caduti all’Alpe di Catenaia (Subbiano Ar) per un fulmine mentre festeggiavano la liberazione della città durante la seconda guerra mondiale.

Parteciperanno rievocatori storici, rappresentanti esercito inglese, esercito tedesco, partigiani e la compagnia teatrale NATA, i quali saranno in abiti rievocativi a ricordo dell’estate 1944, i rievocatori dovranno vagare per la montagna seguendo un perimetro definito e rappresentare una realtà parallela, il pubblico non potrà interagire con i rievocatori che altresì parleranno tra di loro in lingua originale. L’intento è quello di proiettare il pubblico in una dimensione temporale passata e far rivivere da spettatori alcune scene che potevano verificarsi in quel territorio in quel periodo.

Tale evento si protrarrà per tutta la giornata con intermezzi di letture drammatiche da parte della compagnia NATA e di Andrea Nocentini. Lettere di soldati, lettere di prigionieri, lettere delle famiglie ai cari lontani verranno lette ed interpretate dagli attori presenti.
Nell’arco della giornata sarà disponibile la visita guidata alle postazioni realizzate durante il passaggio del fronte con la narrazione dell’accaduto punto per punto nella montagna,
sarà possibile anche effettuare visite guidate di notte.

Gruppi organizzati di trekking partiranno dalla stazione di Subbiano e raggiungeranno fonte del baregno passando da Loc. Montegiovi, Loc. Montecchio, Loc le Tre fonti, Loc. Casa Taverni.

Alle 6 del mattino i partecipanti ed il pubblico dovranno recarsi al Sasso della Regina dove avrà inizio un concerto di musica con protagonista la Scuola Comunale di Monte San Savino “U. Cappetti”, Il concerto tratta musiche epiche e melodiche a ricordare gli eventi di quell’epoca ed andrà avanti fino al sorgere del sole.

Alla fine del concerto sono previsti i saluti e il ringraziamento da parte delle autorità politiche, degli organizzatori rivolto a tutti i partecipanti pubblico compreso.

Il cibo verrà distribuito dalla Proloco di Subbiano e la Proloco di Falciano, chi non volesse avvalersi di tale servizio può portarci cibo da casa.
Il pubblico partecipante potrà dormire in tende e sacchi a pelo di propria proprietà adatti a climi rigidi.

Obbiettivo : Tramandare la memoria degli avvenimenti del secondo conflitto mondiale, avvicinare i giovani a quello che rischia essere un evento lontano e quindi non avvertito dai più giovani, sensibilizzarli alle terribili conseguenze della guerra, lasciare dentro di loro la consapevolezza di cosa hanno dovuto superare i loro genitori, nonni o bisnonni.

i partecipanti potranno ascoltare musica atta a stimolare la riflessione, questo li aiuterà a fare un salto indietro nel tempo, verranno guidati lungo i sentieri e circondati dai rievocatori, il pubblico potrà rivivere da vicino quell’atmosfera, ogni elemento sarà rivolto ad esaltare lo stato d’animo di quei momenti.

Durata dell’evento:
dalle ore 10.00 del 14 luglio alle ore 13.00 del 15 luglio.

Costi:
I partecipanti dovranno pagare solo i viveri che decidono di comprare presso il banco delle Proloco. Per il resto, chi vorrà potrà fare un offerta libera presso il tavolo dell’organizzazione.

25 Aprile 73° Anniversario della Liberazione

Grazie Grazie Grazie

La Karin ringrazia tutte le persone e le associazioni che si sono prodigate per la riuscita di questo evento, che non solo ha permesso di far conoscere ancor di più la storia del nostro territorio e di far rivivere momento indelebili per molti ma ha consolidato anche vecchie e nuove amicizie che daranno vita ad nuove collaborazioni future …

Coming Soon  

 

Continue reading

Visita Scuola Elementare Pratovecchio Stia

48 bambini della scuola elementare di pratovecchio stia sono stati Accompagnati dalle loro quattro maestre a vedere prima il mulino di falciano e poi il nostro museo. La visita è stata resa possibile grazie alla proposta di Luciano Maestrini e Lia Rubechi che sono attivamente impegnati per lo sviluppo culturale del paese. I ragazzi hanno mostrato molto interesse ed hanno capito subito la nostra filosofia contro ogni tipo di guerra e odio fra le persone. Siamo tutti fratelli, uguali in tutto e dobbiamo coltivare la libertà fisica e di pensiero.

1944 il nonno di James combatté nelle vallate aretine

 

Quando la passione si traforma in orgoglio,oggi al museo della karin di Subbiano la barriera del tempo si è infranta.
infatti nel 1944 in nonno di James combattè nelle vallate aretine e, a causa di una mina la marcia del suo carro Sherman fu interrotta e il Tank rimase li, silente, in attesa di essere ritrovato.
Non essendo stato possibile ritrovare l’intero mezzo, l’associazione ha donato simbolicamente un cingolo e il periscopio del carro,guidato dal nonno di James,in memoria di suo nonno a James e a suo padre, figlio del carrista.
Grazie a tutti i ragazzi e in particolare al Dott. Daniele Cesaretti per aver reso questa giornata possibile.

When passion is transformed into pride, today the barrier of time has broken at the Subbiano museum of karin.
in fact in 1944 James’s grandfather fought in the valleys of Arezzo and due to a mine the march of His Sherman tank was interrupted and the tank remained there, silent, waiting to be found.
Since it was not possible to find the whole vehicle, the association symbolically donated a track and the periscope of the Sherman to James, in memory of his grandfather.
Thanks to all the guys and in particularly to Dott. Daniele Cesaretti for making this day possible

 

Continue reading

Corso di Modellismo

Sono aperte le iscrizioni al corso di modellismo ….

Il corso di modellismo inizierà il 5 gennaio 2018 il costo dell’inscrizione è di 25€ comprensiva del seguente materiale:

Cutter
Forbicine
Colori Acrilici
N°1 Pennello piatto ½
N°3 Pennelli punta fine 00 – 1
Traforo
Tavole in compensato 40×40
 

Si ricorda inoltre che venerdì 29 dicembre 2017 alle ore 21:00 si terrà una riunione dove verranno chiarite le modalità e lo sviluppo del corso.

Per Informazioni:
mail: info.linea.karin@gmail.com
Tel. 366 – 4072766
Tel. 347 – 9276053

 

La storia a servizio del futuro

Inaugurazione nuova ala del museo sulla sofferenza della seconda guerra mondiale, il ricavato delle offerte sarà interamente devoluto in beneficenza all’Istituto Palazzeschi di Subbiano (Ar).

Una piccola anteprima della nuova ala, se volete vedere il resto ……
il 5 novembre dalle 12.00 apriamo le porte.
Una mano nel cuore per il futuro grazie alla storia del nostro paese.

15 Luglio percorso della memoria

Un piccolo assaggio della bellissima mattinata trascorsa, una commemorazione ben riuscita grazie alla nutrita presenza dei partecipanti, grazie al comune di Subbiano grazie a Stefanella, Fabrizio, tutti i ragazzi della Karin ad Andrea Nocentini, a tutti coloro che CI HANNO AIUTATO. siete stati tutti meravigliosi. Un ricordo che porteremo sempre dentro di noi.
Aggiungo, a scanso di equivoci, nel 1976 ben 9 persone vennero uccise da un fulmine in quella montagna mentre festeggiavano la liberazione di Subbiano, il paese intero li onora non solo con una messa, ma più che mai, portando avanti la tradizione e continuando a fare ciò che stavano facendo loro, PORTARE AVANTI IL RICORDO E FAR SI CHE NESSUNO DIMENTICHI.

Attrezzature dell’esercito Tedesco: “I porta maschera antigas”

Dopo l’utilizzo dei gas nel primo conflitto mondiale tutti gli eserciti,ed in particolare quello tedesco,fecero divenire i dispositivi antigas uno dei principali componenti dell’equipaggiamento dei propri soldati.

In questo articolo verranno presi in analisi i modelli di porta maschera antigas tedeschi (GasmaskenbÜchse) in uso nella seconda guerra mondiale, che hanno accompagnato i soldati della wehrmacht, della luftwaffe e di altre decine di corpi dalle roventi sabbie dell’Africa del nord, alla fredda steppa russa.

  Continue reading